Uva del Tundè


La storia, la ricerca.

Negli ultimi anni, all’interno degli ambienti maggiormente sensibili della viticoltura e dell’enologia stiamo assistendo ad una lenta ma progressiva inversione di tendenza volta alla riscoperta dei vitigni locali che fanno parte del nostro trascorso, della nostra storia e che rappresentano il nostro patrimonio varietale e culturale.

Siamo parlando dei vitigni “autoctoni”, o come forse è più corretto definirli di “antico insediamento”, a voi la scelta:  la sostanza non cambia.

Si tratta quasi sempre di varietà storiche ben radicate all’interno di una precisa e circoscritta area territoriale, che ne definiscono i caratteri tipici del tessuto culturale.

Sulla base di queste nuove correnti di pensiero nasce, nel 1998 un progetto denominato “Vitigni minori” finanziato dalla Regione Emilia-Romagna finalizzato all’identificazione e alla caratterizzazione dei vitigni locali.

Attraverso questo progetto, coordinato dal C.R.P.V. (Centro Ricerche Produzioni Vegetali) ed intrapreso dal Centro Interdisciplinare di Ricerche Viticole ed Enologiche dell’Università di Bologna, si sono svolte una serie di indagini che hanno consentito l’estrazione del DNA dalla pianta ed alla sua analisi genetica la quale ha identificato un nuovo biotipo con caratteristiche morfologiche interessanti, successivamente valutate in base ad attitudine enologica.

Tutto questo ha portato all’identificazione di diversi vitigni autoctoni con caratteristiche interessati sia da un punto di vista agronomico che enologico.

In particolare, i lunghi anni di ricerche svolti all’interno delle nostre Aziende che hanno messo a completa disposizione dei ricercatori i loro terreni, hanno portato all’iscrizione dell’ Uva del Tundè nel registro Nazionale delle Varietà di Vite ed al suo inserimento nell’Elenco delle Varietà Autorizzate per la Regione Emilia Romagna con Determinazione del Responsabile del Servizio Produzioni Vegetali n. 9852 del 5 Ottobre 2009 e conseguente pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia Romagna.